Jackfruit : Il frutto del futuro

Il frutto esotico più grosso al mondo che in natura può crescere su un albero è il jackfruit;
Cresce sulla pianta del Giaco, che può produrre fino a 150 frutti, ogni esemplare può arrivare a pesare anche 50 chilogrammi e essere lungo quasi un metro, si tratta di un frutto verdognolo e spinoso, originario dalle zona dell’Himalaya, nella parte sud dell’Asia, diffuso anche in Australia e in alcune zone dell’Africa e del Brasile, dove viene coltivato tutt’ora, non sopporta le temperature molto basse, perché causano danni nutritivi al frutto, dunque è impossibile coltivarlo nel bacino del Mediterraneo, a causa degli sbalzi termici che si registrano in quelle aree.

Preferisce il clima tropicale, piovoso e umido, anche se si può adattare a quello arido e secco, si crede che sia originario delle foreste pluviali della catena montuosa in India.

Il jackfruit si deteriora molto presto una volta raccolto, ed è per questo motivo che viene lavorato direttamente sul posto di coltivazione per poi essere importato, o comunque consumato quanto prima.

Viene impiegato anche nella colorazione di tessuti ma sopratutto in ambito culinario dove viene consumato in molti modi, sotto forma di patatine, gelati, dolci, e sciroppi; quando è alla giusta maturazione, ha un aroma dolce, forte, dal sapore, di un misto tra mela, ananas, con un accenno di vaniglia, Se fatto cuocere allungo, questo gusto multi-frutti si tramuta, facendo venire in mente la porchetta, e assorbe molto bene i sapori di ciò con cui lo si condisce.
Non maturo al contrario, ha un sapore più attenuato, simile alla carne: infatti, in alcune zone asiatiche viene chiamato anche “l’albero del montone”.
Come abbiamo potuto vedere questi eccezionali frutti vengono usati in cucina con ricette che spaziano dagli snack ai primi passando ai dessert, per creare contorni speziati, vari piatti a base di riso, anche fatti a fette e grigliati, in India è molto famoso un pane fatto con i suoi semi

.

In Italia è venduto in alcuni alimentari asiatici ma lo si trova come frutta sciroppata o dolce, online si può trovare anche fresco, ma a costi elevati tenendo presente che un frutto di un chilo può arrivare a costare circa 100 euro, al suo interno ci sono molti semi ma sono edibili se cotti, possono essere bolliti, arrostiti, tostati, fritti od essiccati, sono ricchi di ferro, potassio, calcio, proteine.

Viene chiamato frutto del futuro in quanto possiede numerose proprietà, vitamine, ricco di acqua, carboidrati, proteine e pochissimi grassi e fornisce circa 90 kcal ogni 100gr.

Le vitamine che possiede sono molto numerose troviamo presenti quelle del gruppo A, B, C, ed E, che assunte tutte insieme donano un’ azione antiossidante e difensiva dell’organismo, forniscono tanta energia, favoriscono la sana funzionalità gastro-intestinale, della cute, degli occhi, della circolazione; mantengono il sistema nervoso funzionante, aumentano la produzione di globuli rossi e addirittura hanno le capacità di abbassare il livello del colesterolo cattivo e riduce il rischio di malattie cardiovascolari.

Una buona fonte di fibre è contenuta in questo frutto, che sappiamo essere essenziali per mantenere regolare l’attività intestinale e proteggere la mucosa del colon.
Sono presenti al suo interno anche molti sali minerali, come fosforo, potassio, magnesio, ferro, calcio, sodio, zinco, e il manganese tutti indispensabili per il corretto sviluppo di tessuti e organi e per la produzione di energia e il mantenimento dell’equilibrio idrosalino, questi macro-elementi sono importanti per lo scheletro e i denti, la contrazione muscolare, la trasmissione nervosa e la regolazione di alcuni ormoni che supportano il corretto funzionamento del metabolismo e non meno importante sono di grande aiuto per la nostra memoria, ha un azione benefica per combattere l’asma, ed è un valido aiuto per contrastare il diabete in quanto favorisce la sopportabilità del glucosio e mantiene sotto controllo l’indice glicemico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong> 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.