Metabolismo da riattivare?

Vi sottoponete continuamente a diete drastiche, digiuni forzati con risultati sempre poco gratificanti e la perdita di quei chiletti di troppo sembra solo un miraggio?
Il problema potrebbe essere nel metabolismo!
E’ molto comune che, dopo varie diete o restrizioni alimentari o semplicemente una vita sedentaria e con l’avanzare dell’età si può verificare un rallentamento metabolico.

Ma che cos’è il metabolismo? 
Il metabolismo è un insieme di processi energetici che si verificano nel nostro organismo per soddisfare i bisogni vitali, trasformando gli alimenti che consumiamo in energia.

Prima di iniziare una dieta è sempre opportuno riattivare il metabolismo, e per farlo bisogna applicare nella quotidianità tre cambiamenti importanti ma allo stesso tempo semplici.

  1. Aumentare il numero di pasti durante il giorno: fare 5 piccoli pasti ben equilibrati.
    Cominciare con una colazione sostanziosa, varia e completa di tutti i nutrienti, per fornire energia al corpo durante l’intero arco della giornata;
    Fare uno spuntino un ora prima di ogni pasto principale, a metà mattina e a metà pomeriggio per non arrivare affamati quando ci si siede a tavola.
  2. Abbinamenti dei cibi: è importante non assumere più varietà di nutrienti nello stesso pasto, (tipo: carne e pasta, pomodoro e mozzarella) così il corpo farà meno fatica a digerire e lavorare i nutrienti.
  3. Qualità degli alimenti: diminuire o addirittura eliminare gli alimenti industriali,  bibite gassate, succhi di frutta che sono deleteri per l’organismo, le calorie che si assumono con questi prodotti vengono chiamate “calorie vuote”, contengono sostanze chimiche, coloranti, zuccheri, grassi senza fornire micro nutrienti importanti e essenziali per il metabolismo.
    Scegliere prodotti biologici, di stagione e a chilometro zero per quanto riguarda frutta e verdura, invece per le proteine la scelta dovrà ricadere su pesce, uova e carne bianca diminuire la carne di suino, per i carboidrati scegliere la qualità integrale.

Tra gli alimenti consigliati per accelerare il metabolismo troviamo, gli agrumi più amari come limone, pompelmo, lime;
Bere 1/2 spremute nell’arco della giornata, ovviamente senza zucchero potrebbe fare la differenza, invece tra la frutta più consigliata troviamo quella secca fonte di grassi buoni, e tra la frutta fresca troviamo l’ananas, indicata sia come spezza fame, che come digestivo dopo il pasto, e le verdure sono tutte consigliate, in particolar modo se consumate fresche e crude, il cetriolo è un ottimo diuretico.

Le spezie come cannella,  zenzero, pepe, peperoncino curcuma, origano sono da sempre note per favorire il dimagrimento e aiutano a donare gusto ai cibi diminuendo l’uso di sale.
Il caffè come il thè verde sono ottimi alleati del metabolismo, ma solo se bevuti amari.
I carboidrati non vanno mai eliminati da nessun tipo di dieta, sopratutto a colazione, e pranzo evitandoli a cena, ma vanno sostituiti con quelli integrali che hanno un indice glicemico più basso e sono ricchi di fibre.

Le proteine sono di estrema importanza in uno stile di alimentazione che punta all’aumento del metabolismo, perché l’organismo, per digerire le proteine consuma più energia, quindi brucia più calorie e l’effetto che si ottiene è una scossa al metabolismo, comunque consumarle a cena e/o come spuntini.
Questo perché la digestione delle proteine costa all’ organismo molto di più, in termini di calorie, rispetto a quella dei carboidrati.

Bere, mantenersi idratati con almeno tre litri d’acqua naturale durante il giorno farà scendere più in fretta l’ago della bilancia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong> 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.