Latte e derivati, meglio limitarsi

In Italia molto amato fino a poco tempo fa’, lo troviamo ovunque nelle nostre ricette, fa parte della nostra storia, protagonista della dieta mediterranea, il latte vaccino e i suoi derivati, venivano decantati come indispensabili per la buona salute, crescita, e il mantenimento di ossa sane e forti, ma oggi sappiamo che non è così!

Se mangiamo latticini e consumiamo regolarmente latte con lo scopo di ricoprire il nostro fabbisogno giornaliero di calcio, stiamo sbagliando tutto!
Il calcio tanto reclamizzato nel latte vaccino è in genere male assorbito dall’uomo.

È vero,  è un alimento che apporta un elevata quantità di calcio, ma contiene proteine animali che essendo molto ricche in aminoacidi contenenti zolfo abbassano il PH naturale del nostro organismo e in particolare del sangue.
Più acido è il sangue più il calcio che è arrivato alle ossa viene richiamato per far da regolatore del PH, il cosiddetto “effetto tampone”, ecco perché esso e i suoi derivati sono sempre sotto attacco dai nutrizionisti.

Non solo il latte, ma tutte le proteine animali portano ad un’eccessiva acidificazione dell’organismo, tale acidificazione è ciò che favorisce l’osteoporosi e non solo, ma anche altre patologie.
Per poter ricoprire al meglio ogni bisogno dell’organismo, la cosa ideale come sempre è una dieta varia, privilegiando verdura fresca di stagione e cereali integrali.
Con ciò non voglio assolutamente dirvi di eliminare i latticini, perché se consumati moderatamente ed abbinati a uno stile di vita sano, ad alimenti vegetali e non si soffre di intolleranze, si possono consumare tranquillamente.
Se invece, come si diceva in precedenza il vostro bisogno è l’incremento di calcio nella dieta, il mio consiglio è quello di integrarlo con alimenti vegetali che non alterando il PH del nostro organismo ne favoriscono l’assorbimento.

Di seguito troverai alcuni degli alimenti vegetali che forniscono più calcio:

Verdure
Cavolo verde, indivia belga, cavolo cappuccio, crescione, broccoli, rucola
Legumi
Ceci, fagioli, soia, lenticchie
Semi
Semi di papavero, semi di sesamo, semi di chia
Alghe
Hiziki, kombu, wakame
Frutta secca
Mandorle, noci brasiliane, noci, pistacchi
Erbe e aromi
Santoreggia, maggiorana, timo, menta, salvia

 

 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.